Sono tanti i motivi per diventare soci AVIS…

Quando si diventa soci Avis si entra a far parte di una vera e propria famiglia che ha come obiettivo comune quello di aiutare il prossimo, e che allo stesso tempo si impegna a tutelare i donatori stessi e i destinatari delle unità di sangue, per rendere questo servizio di trasfusione e raccolta il più efficiente possibile. Per questo Avis si impegna a riconoscere e tutelare il valore etico della donazione, a tutelare i tuoi dati personali nel rispetto dell’anonimato e inoltre ad intraprendere questo percorso in totale sicurezza per la tua salute.

 

Entra a far parte della nostra famiglia

Diventare donatori di sangue e soci con Avis è molto semplice: basta infatti recarsi presso la sede del proprio territorio con un documento di riconoscimento valido e registrare i propri i dati nella Banca dati del Sistema trasfusionale. Successivamente si procedere con le operazioni preliminari, ovvero un colloquio con il medico per stabilire l’idoneità alla donazione; una valutazione clinica dettagliata tramite prelievo e in base a questa la tipologia più adatta di prelievo da effettuare e, se si risulta idonei e si superano questi primi passaggi, si procede con la firma del modulo di accettazione e consenso alla donazione. Oltre alla totale sicurezza con cui avviene la donazione, un altro vantaggio per i donatori abituali e associati, è quello di aver diritto ad ogni donazione ad effettuare analisi complete e accurate del proprio stato di salute e del proprio sangue. Un altro tema di cui si è parlato molto sono le agevolazioni per i donatori di sangue volontari per quanto riguarda il permesso dalla giornata lavorativa retribuito. Quando si entra a far parte di un centro trasfusionale autorizzato dal Ministero della Salute come Avis, i permessi dal posto di lavoro per la donazione del sangue, sono retribuiti dal datore di lavoro e coperti dall’Inps, che eroga un’indennità apposita per il giorno di permesso richiesto. Lo scopo è quello di garantire in ogni caso un’entrata economica per coloro che si sono assentati dal lavoro per la donazione, anche se tale agevolazione spetta solo ai lavoratori subordinati e non per i lavoratori autonomi. Per ottenere la retribuzione del giorno di riposo, che ha una durata totale di 24 ore, il lavoratore deve dimostrare attraverso un certificato di aver effettuato la donazione presso un centro riconosciuto dal Ministero della Sanità e di aver donato almeno 250 gr di sangue.

 

Avis Terni. Le nostre agevolazioni

L’AVIS di Terni nasce nel 1952 grazie all’impegno di alcuni cittadini che ad un certo punto ritennero necessario superare i sentimenti di paura ed indifferenza che impedivano a molte persone di compiere un gesto semplicissimo e per niente dispendioso come quello di donare il sangue. Oggi il nostro centro AVIS è una realtà importantissima per l’intero territorio ternano, e la nostra associazione conta attualmente 2389 soci, di cui 2353 donatori e 36 collaboratori. Entrare a far parte dei donatori di sangue, è come entrare in una grande famiglia, che ha come obiettivo comune quello di contribuire ad aiutare il prossimo. Proprio per questo da anni offriamo ai nostri soci l’opportunità di beneficiare di diverse e vantaggiose convenzioni con altre realtà economiche della nostra città: centri diagnostici, centri estetici, ma anche assicurazioni e autofficine, e molto altro.

Siamo a vostra completa disposizione per aiutarvi ad intraprendere questo percorso e per sciogliere ogni vostro dubbio. Venite a trovarci in Via Lodovico Aminale 30 – Terni; o contattateci al numero 0744.400118 o tramite email all’indirizzo avisterni@avisumbria.it per ricevere maggiori informazioni.

Vantaggi Tessera Socio Avis